3 efficaci passi per avere più distributori e clienti con i Social media (parte 2 di 5)

Come attirare nuovi distributori alla tua opportunità e clienti utilizzando un tipo di strumento molto conosciuto, ma allo spesso tempo “troppo” sottovalutato: i Social Media.

Ciao da Elisa,

dal momento che i 50 “Mi Piace” sul precedente articolo sono stati raggiunti, come promesso ecco la seconda parte dove parleremo di alcuni aspetti fondamentali per attrarre in modo “Attivo” le persone alla tua opportunità.

Soluzione # 2 – Formare online  la tua downline è semplicissimo.

Mentre è vero che tu fai sicuramente parte di una downline di qualcun altro e hai accesso ai loro materiali di formazione, non c’è nulla che ti impedisce di essere il leader del tuo gruppo.

E’ un dato di fatto e dovrebbe essere il tuo obbiettivo arrivare ad esserlo.

Questo e’ ciò che rende un networker di successo.

Quando utilizzi i numerosi strumenti online disponibili  per costruire la tua  downline ed insegni ai tuoi distributori a mantenere la comunicazione, allora hai massimizzato il tuo investimento.

Inoltre, desidererai che i materiali di formazione  siano migliori rispetto a quelli che ti sono stati dati, e che siano conformi al tuo modo di porti nella commercializzazione e vendita di prodotti.

La tua downline è la tua forza lavoro – è nel tuo e nel loro interesse formarli nei passaggi che hanno bisogno di sapere per raggiungere il successo. La motivazione e la formazione sono la chiave per mantenere la tua downline entusiasta e attiva.

Lui o lei sono già entusiasti dell’opportunità di business. Quindi ora è il momento per approfittare di questo entusiasmo e fai quello che devi fare per fornire gli strumenti necessari per il loro successo.

Formazione ed istruzione prende tempo ed è meglio suddividerli in piccoli morsi. Alcuni impareranno più velocemente di altri – ma tutti hanno bisogno di imparare due cose principali :

# 1 : La gamma prodotti della tua azienda, quello che tratta e quali sono i benefici che godrà il compratore.

# 2 : Come proporre l’ opportunità di business ai propri contatti ed ai futuri clienti.

La formazione dovrebbe include contatti regolari sia a mezzo mail inviate dall’autorisponditore od articoli pubblicati nel blog.

Utilizza il Blog per attirare la tua Downline

Con un blog hai la possibilità  di impostare un sito che sia attraente e informativo.

All’interno del blog puoi creare degli articoli suddividendoli per categoria di contenuto, puoi creare delle pagine di presentazione della tua attività oppure puoi creare dei moduli per il download del materiale didattico che vorrai fornire loro.

Potrai creare degli articoli didattici, che portano il lettore a comprendere i vantaggi di iniziare un rapporto di collaborazione con te, includendo degli audio o dei video a seconda del tuo obbiettivo, quindi creare qualcosa di molto professionale per i tuoi contatti e per la tua donwline. Nel tuo primo articolo,  che sarà letto da qualcuno che vuole sapere come fare soldi online, ad esempio, lascia che il tuo lettore comprenda che c’è una soluzione e che tu li condurrai attraverso la soluzione.

Ora non è il momento per un approccio ad una vendita aggressiva. Tu sei nella  fase di riscaldamento, tira fuori la tua personalità  e falli sentire tranquilli che non sei li per  approfittare di loro e vendergli a tutti i costi qualcosa.

Tu vorrai creare un processo, mandandoli prima su del contenuto gratuito che li porti ad essere ansiosi ad andare avanti, per poi portarli a ricevere altre informazioni attraverso delle pagine che li porterà a conoscere il tuo business e comprendere quello che offri e che tu sei la persona che vogliono loro come leader .

Queste sono le basi di ciò che è chiamato marketing di attrazione. Ma prima di entrare in alcuni principi fondamentali di marketing attrazione, dobbiamo scoprire alcuni suggerimenti di base di ottimizzazione dei motori di ricerca per assicurare che i tuoi contenuti siano trovati dai social network, in primo luogo.

SEO – Search Engine Optimization – Nozioni di base della scienza che studia il posizionamento degli articoli nei motori di ricerca.

Ora, sarebbe bello se la gente potesse semplicemente digitare “come fare soldi a casa” e venisse mostrato il tuo articolo su “come fare soldi con il MLM”, ma questa è pura fantasia – ce ne sono troppi altri in lista per la stessa posizione.

Questo non vuol dire che un giorno non sarai posizionato tra i top 10 per quelle determinata parola chiave, ma nel frattempo, è necessario trovare altre frasi meno competitive per attirare i potenziali clienti.

Questo è il caso dove alcune informazioni di base di SEO sono molto utili. In sostanza, prenderai alcuni termini di ricerca generici come “fare soldi da casa” o ” lavorare a casa ” e  li digiterai in uno strumento gratuito di ricerca di parole chiave, come  Google Keyword Planner  per una ricerca di base.

Quando si esegue una ricerca per parola chiave, ti verranno restituiti una decine di termini che contengono la parola chiave principale e alcuni sinonimi che ti saranno elencati sotto la keyword principale.

socialmedia1Dalla lista dei risultati, scegline uno e poi scrivi articoli intorno a quella parola chiave. L’idea è che tu scriverai 3-4 articoli di 500 parole per ogni parola chiave  che il lettore leggerà uno di seguito all’altro.

Ad esempio, per la parola chiave “lavoro a casa”,  tu dovresti scrivere un articolo con il titolo “le migliori idee per fare un lavoro da casa”, “Come lavorare da casa”, “Risparmia il tuo tempo facendo un lavoro da casa , ” e “Lavoro da casa : 5 step per il tuo successo”.

Ecco la parte importante: L’idea è di includere le parole chiave nel titolo e nei contenuti.

Alcuni arrivano al punto di includere due parole chiave nei titoli ( es. lavoro a casa – 5 cose da cercare quando si cerca il modo per fare soldi online “).

In questo titolo di cui sopra , si dispone di “lavoro a casa” e ” fare soldi online ” nel titolo . Ma non basta fermarsi lì . È necessario includerli nel paragrafo introduttivo e almeno nella parte finale della chiusura nel paragrafo di ogni articolo. In questo modo i motori di ricerca possono capire che l’articolo parla davvero di  “lavoro a casa“. Si farà questo per ogni parola chiave. Scrivi 3-4 brevi articoli di 500 parole per ogni parola chiave e per ogni termine di ricerca.

Nel corso del tempo, avrai decine, se non centinaia di articoli – ma questo è il tuo obiettivo – per ottenere un piccolo e crescente impero nella tua nicchia che ti porterà a dominare la tua nicchia di MLM.

Ti consiglio di non inserire tante parole chiave all’interno del tuo articolo, perchè il testo potrebbe “suonare” non naturale per un lettore umano – perché dopo tutto, non dimenticare che  tu sta scrivendo per loro non solo per i motori di ricerca. 😉

Neanche a Google piacerà.

Infine , assicurati di includere collegamenti  al tuo sito web in cui il prodotto/opportunità è venduto con quelle parola chiave e crea un articolo che includa i collegamenti verso altri articoli così potranno ricevere un ulteriore approfondimento.

Che cosa caratterizza i tuoi articoli?

Per oggi è davvero tutto! Ora che sai che è necessario scrivere articoli, ora quello che hai bisogno di scoprire è come si fa ad organizzare questo?
… lo scoprirai nella terza parte:-)

Conosci qualcun’altro a cui piacerebbe questo articolo?

 

mi piace e condividiCondividi questo articolo oggi! :-)

e clicca “Mi Piace”

 

 

Un abbraccio,

Elisa Cipriani

Elisa Cipriani

 

P.S. Clicca qui ORA per rimanere collegato con me e non perderti i prossimi video :-)

P.P.S. Su Facebook troverai il mio diario, e tante foto sui miei lavori eseguiti. Chiedimi l’amicizia

About The Author

Elisa Cipriani

1 Comment